Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta e per ottenere sconti sui nostri servizi! Qui trovi l'informativa.

Scrivere

Ma di che parla il mio libro?

Di che parla il tuo libro? Di cosa tratta il testo che hai scritto o stai scrivendo, a chi si rivolge, da quale tua esigenza è scaturito, chi potrebbe illuminare/ informare/ divertire, la consapevolezza di quale tipo di lettore/ individuo potrebbe sperabilmente ampliare?

EladeManu

Forse ti sarebbe utile esercitarti a descrivere sinteticamente, a voce, il senso e il contenuto del tuo testo (romanzo, saggio, sceneggiatura), in un modo che sappia suscitare l’attenzione e l’interesse immediati del tuo interlocutore. Non stiamo parlando della sinossi, ma di una presentazione orale di 30 secondi in tutto, quella che in inglese è denominata pitch.

(altro…)

Non criticarti. Immagina, crea, scrivi!

Non solo presuntuosi, non solo faciloni. Il mondo degli aspiranti autori è anche composto, in buona parte, da persone che si sottovalutano; che, abituate a essere giudicate dagli altri, hanno fatto proprio questo comportamento; e quindi non riescono a non sentirsi sotto l’occhio critico di uno gnomo maledetto che, appollaiato sulla loro spalla, punta il dito sull’ultima frase partorita ed esclama: “No! Così non va!”.

Pat_Murray

Proviamo a non pensare nei termini di ciò che va e non va bene, ma piuttosto nei termini di ciò che tu, aspirante autore/autrice, hai da offrire. Non scriveresti se non avvertissi quest’azione come una necessità; giusto? Un bisogno dello spirito. Hai intenzione di ignorare il tuo spirito? Ignora, piuttosto, le voci che ti dicono che non hai abbastanza talento, intelligenza, o altro.

(altro…)