Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta e per ottenere sconti sui nostri servizi! Qui trovi l'informativa.

Scrivere

Come scegliere l’editor giusto?

Hai contattato un editor, hai speso un sacco di soldi per fargli editare un testo e te lo sei ritrovato peggiorato — o comunque non molto migliorato? Purtroppo succede. Alcuni autori ci hanno pregate di ri-editare testi che erano già passati per le mani di qualcuno, e quando li abbiamo esaminati ci siamo messe le mani nei capelli…

Gli strumenti di un editor: bloc notes e matita.

Erano costellati di periodi goffi o incomprensibili, non avevano una buona struttura, o addirittura contenevano refusi ed errori di grammatica! Era meglio la versione originale.

(altro…)

Perché scrivere un libro?

Scrivere un libro, e portarlo a termine, è fonte di grande soddisfazione. Per non parlare del momento in cui il libro è finalmente pubblicato: quando lo si stringe per la prima volta tra le mani, si prova una sorta di folle euforia. E non è che al secondo o al terzo libro la sensazione si attenui; al contrario, tende a intensificarsi.

Scrivere un libro: una tastiera, due mani che digitano e una tazza di caffè.

D’altra parte, non può essere solo questa la ragione che ci spinge a scrivere un libro. Ve ne sono altre, più profonde. Attraverso la scrittura, ad esempio, impariamo qualcosa di nuovo — su noi stessi, sulla vita o sulla scrittura in sé. Attraverso la scrittura, inoltre, comunichiamo qualcosa di importante. Se il nostro libro è un saggio sul mondo del lavoro, sarà utile ai nostri colleghi; se è un romanzo appassionante, farà trascorrere ore piacevoli ai nostri lettori; se è una storia di famiglia, parlerà delle nostre radici alla nostra discendenza…

(altro…)

Le abitudini degli scrittori di successo

In rete abbondano i consigli di scrittura, i corsi e i videocorsi e i suggerimenti sulla creatività e sullo scrivere; e scorrendoli può capitare di sentirsi un po’ confusi, poiché c’è davvero di tutto. Esistono però, e questo è un fatto, alcune abitudini chiave, alcuni comportamenti di provata efficacia: le abitudini degli scrittori di successo. Scopriamole insieme.

Scrittori di successo: un computer e una corona d'alloro.

Hai presente il famoso manuale Le sette regole per avere successo? Ecco, ispirandoci a quel libro abbiamo schematizzato tali comportamenti nell’elenco qui sotto. Se li farai tuoi, non possiamo garantirti che otterrai il successo commerciale di Dan Brown… ma è senz’altro più probabile che riuscirai a portare a termine il tuo libro e che ne sarai fiero/a 😉

(altro…)

Cosa NON fare quando si scrive un libro

Quando si scrive un libro per la prima volta, non di rado ci si ritrova a sprecare tempo ed energie perché si commettono alcuni errori di impostazione. Un brutto giorno, così, l’aspirante autore scopre che sta scrivendo il libro sbagliato, che la storia non cammina, che l’argomento non è a fuoco… 

Quando si scrive un libro. La scrivania dello scrittore: matite, bloc notes e una tazza di caffè.

Non essere tu quell’aspirante autore! Prima di iniziare a scrivere, prova a concentrare la tua attenzione sugli aspetti che seguono: questo ti aiuterà a fare chiarezza, a evitare gli errori più comuni dei principianti, a risparmiare tempo prezioso e utilizzare al meglio la tua energia creativa.

(altro…)

È il momento di correggere il testo…

Hai completato la prima stesura del tuo libro. Finora hai pensato solo a scriverlo, dalla prima all’ultima parola, senza continuamente chiederti se un certo termine, una frase, uno specifico paragrafo erano i più appropriati. È arrivato, dunque, il momento di rileggere e correggere il testo.

Correggere il testo | Bloc notes e penne

C’è chi trova utile leggerlo ad alta voce. È un buon modo per rendersi conto, in primo luogo, se scorre oppure si trascina un po’, appesantito da termini e dettagli non del tutto necessari (il che è probabile). Ti sembra che qualcosa suoni contorto? Cerca un modo di semplificare. Temi che un periodo risulti prolisso? Cerca un modo più conciso di dire la stessa cosa.

(altro…)

Quest’anno scriverò il mio libro!

Hai deciso che questo è l’anno decisivo per la tua scrittura, l’anno durante il quale porterai a termine la stesura del tuo libro? Bene, che bel proposito! Abbi fiducia: quel che hai da raccontare, quel che hai da esporre dev’essere ascoltato e letto (il mondo ne ha bisogno), e avrà un senso e un significato per chi lo leggerà…

Fin qui, tutto bene. Poi però tocca anche fare i conti con un paio di realtà un po’ meno confortanti. La prima è che scrivere e pubblicare un libro può essere un’esperienza a dir poco esaltante, ma è anche un’impresa difficile e faticosa. Molti aspiranti autori si impantanano ancor prima di iniziare il cammino, o perdono lo slancio lungo la via.

(altro…)

Scrivere con precisione e catturare il lettore

Nuove teorie del romanzo vengono escogitate di continuo. Ma la regola di base è: mantieni la mia attenzione. […] Il tuo obiettivo, come scrittore, è far si che il tuo lettore continui a credere nella tua storia, anche se entrambi sapete che si tratta di finzione.

Scrivere con precisione: una lente d'ingrandimento

Così afferma Margaret Atwood nel video di presentazione del suo corso di scrittura online (in inglese; volendo con sottotitoli, sempre in inglese).

(altro…)

A proposito del punto esclamativo

Alcuni degli autori che abbiamo aiutato nel processo di scrittura, pubblicazione e promozione dei loro libri amano moltissimo i punti esclamativi. Li mettono dappertutto. Ne mettono anche due, tre, cinque di fila alla fine di una parola o di una frase.

Punto esclamativo: rappresentazione grafica

Esistono forme di scrittura nelle quali il punto esclamativo è più che ben accetto: la scrittura per il web, ad esempio. Anche in questo sito si trovano non pochi punti esclamativi. Quando si tratta di marketing, poi (Entra nel gruppo! Ascolta le tracce! Scopri di più!) gli esperti ne incoraggiano addirittura l’uso. Anche in alcuni tipi di email, come quelle nelle quali si richiede un colloquio, spruzzare il testo di un paio di punti esclamativi può comunicare al nostro interlocutore un senso di entusiasmo.

(altro…)