Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta e per ottenere sconti sui nostri servizi! Qui trovi l'informativa.

Editoria elettronica

Buon compleanno ai libri elettronici!

Alcuni giorni fa gli eBook hanno compiuto quarantatré anni. Convenzionalmente si ritiene infatti che la nascita del libro elettronico risalga al 1971 — agli albori dell’era informatica — e per la precisione al 4 luglio: quel giorno uno studente universitario americano, di nome Michael Hart, decise che il modo più utile per sfruttare la potenza dei (primi) computer consisteva nell’archiviare il patrimonio librario mondiale, per renderlo disponibile al maggior numero possibile di persone. Hart prese quindi a trascrivere sul terminale il testo della Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti: nacque così il Progetto Gutenberg. Per approfondire l’argomento: La nascita dell’eBook; Storia dell’eBook; L’eBook, questo splendido 40enne.

jblyberg

Per gli eBook: PDF, EPUB o FXL? Ohiohi…

Lasciamo stare il Pdf, per favore. I files Pdf non sono libri elettronici e i testi in questo formato sono pressoché impossibili da leggere sui comuni eReader. L’ePub è invece il formato eBook universale e va bene nella stragrande maggioranza dei casi e sulla stragrande maggioranza degli eReader (chi possiede un lettore Amazon può facilmente convertirlo in mobimagari utilizzando il programma Calibre). E Fxl…?

Per certi versi si tratta di una sorta di via di mezzo tra i primi due: è un formato a layout fisso (fixed layout) nel quale il testo – per dirla breve – funziona in quanto testo e non in quanto immagine. Inoltre, può consentire l’inserimento nell’eBook di contenuti multimediali.

Una trattazione più completa (e molto chiara) dell’argomento si trova sul Blog di Narcissus. Funziona, funziona… non è vero che does not work! 😉

CarbonNYC

Leggere gli eBook sul cellulare

Per secoli, le limitate possibilità di accesso ai testi hanno costituito un ostacolo alla diffusione della lettura. Per leggere occorre un libro; se non lo si ha, non si può leggere. Oggi però [..] i telefoni cellulari offrono una facile ed economica possibilità di accesso alla lettura.

L’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) ha pubblicato uno studio (in lingua inglese, qui il Pdf) intitolato Reading in the mobile era, la lettura nell’era dei dispositivi mobili.

Lo studio – che inizia con le parole che trovate qui a fianco – è focalizzato sulla lettura su cellulare come strumento di lotta all’analfabetismo nei paesi in via di sviluppo. Come afferma Giovanna Russo nella newsletter periodica di Narcissus, è un altro segnale “di un cambiamento importante che sta caratterizzando la nostra era e che ci vede protagonisti attivi, dal momento che […] il digitale ci consente di raggiungere i lettori in qualsiasi parte del mondo, su qualsiasi tipo di device. Una bella opportunità, ma anche una grande responsabilità, non trovi?”

reading-mobile-era

Creare il proprio eBook. Da soli

Mettiamo un attimo da parte la questione, senz’altro importante, della copertina, e occupiamoci della sola creazione del libro elettronico, cioè del file epubformato universale (e/o mobiformato di Amazon). La prima notizia è che è un’impresa fattibile. La seconda è che non occorre essere degli esperti di linguaggio HTML e CSS, ma è senz’altro utile essere quantomeno in grado di comprendere il funzionamento di base del codice, e il modo in cui esso agisce sul contenuto. Su questo post trovate i link a diversi programmi gratuiti e open source per la creazione di libri elettronici, e alcune informazioni utili. Buon lavoro! 😉

kodomut

Il mercato degli eBook: ecco i dati di Stealth

Stealth, il maggior distributore italiano di libri elettronici per numero di titoli, ha reso noti i dati relativi all’andamento del mercato degli eBook dal 2011 al 31 marzo scorso. Li trovate, esposti, analizzati e commentati (la crescita del settore è innegabilmente esponenziale), sul blog di Antonio Tombolini, fondatore di Simplicissimus Book Farm. Gli ultimi dati dell’Associazione Italiana Editori si riferiscono invece al 2012/primi mesi del 2013; li trovate su questa pagina e potete scaricare un Pdf da questo link.

slider-ebook

Cresce ancora il consumo di eBook

Su questa nostra pagina trovate i dati relativi all’editoria elettronica in Italia per il 2012. Negli ultimi giorni sono uscite le statistiche ufficiali per il 2013 relative al Regno Unito: le riporta Wired, segnalando come il consumo di eBook in Inghilterra sia cresciuto del 20% rispetto all’anno precedente. Aspettiamo di sapere quel che è accaduto dalle nostre parti… 😉

Link all'immagine su Flickr - Creative Commons

Ebook e autopubblicazione

Qualche dato e qualche considerazione. Già dal 2007, a partire dagli Stati Uniti e con la commercializzazione del “Kindle”, ha iniziato a diffondersi la lettura nella forma digitale. Il sistema, per chi legge, presenta diversi vantaggi. Chi viaggia, ad esempio, può portare con sé, contenuta in un oggetto piccolo e leggero, una biblioteca praticamente illimitata, e può incrementarla attraverso una semplice connessione a Internet e una carta di credito ricaricabile. Si tratta inoltre di un sistema economico: gli eBook costano meno dei libri cartacei, e ve ne sono moltissimi addirittura gratuiti.

luis

È vero che occorre dotarsi di un lettore di libri elettronici, o eReader, ma il costo dell’apparecchio (al momento, in Italia, dai 45 euro ai 150 e oltre) viene rapidamente ammortizzato dal costo più basso della merce, almeno per i cosiddetti “lettori forti”. Inoltre gli eBook si possono leggere anche sui tablet, sugli smartphone e sugli stessi computer (tutti dispositivi che, peraltro, costano molto più degli eReader).

(altro…)