Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta e per ottenere sconti sui nostri servizi!

Diritto d’autore

Trarre vantaggi dalla pirateria digitale…?

Secondo alcuni, quella che la pirateria digitale sia una brutta cosa per gli autori è una favola che raccontano gli editori; chi scrive, piuttosto, dovrebbe esser grato a chi crea e diffonde copie pirata dei suoi eBook, perché il “pirataggio” è la base del successo.

pirateria

Sembra una semplificazione; e lo è. E non fa che perpetuare la narrazione della quale parlavamo nell’ultimo post (punto 2), secondo la quale il vero lupo cattivo del sistema è l’editore, capitalista senza volto che sfrutta l’autore e oltretutto gli racconta balle. Quindi, tanto vale fregarlo, piratando; l’unico che ci rimetterà, nel caso, è lui.

Ma se fosse effettivamente anche possibile, per chi scrive, sfruttare la pirateria digitale a proprio vantaggio? Se fosse possibile considerare i pirati come un team di marketing che lavora per lo scrittore/la scrittrice senza che lui/lei debba pagarlo…? 😉

(altro…)

Come difendersi dalla pirateria digitale

Quanti di voi, sinceramente, non hanno sul proprio e-reader o sul proprio computer nemmeno un eBook pirata? Il fenomeno della pirateria digitale è diffusissimo; ci si può scherzare, si può tentare di spiegare perché il diritto d’autore è importante… e si può anche aver paura di ritrovare il proprio lavoro riprodotto all’infinito e senza tutele.

pirateria

Difatti non pochi autori, ed editori, rinunciano in partenza alla pubblicazione in eBook. È però un’arma a doppio taglio, se non una zappa sui piedi: se è vero che in questo modo si evitano i download illegali, è anche vero che si rinuncia a una maggior diffusione del libro (un’edizione nel formato elettronico la comporta, senza dubbio).

Ecco cosa, secondo noi, si può fare per proteggersi dalla pirateria informatica.

(altro…)

Ladri di idee

Una delle domande poste più di frequente — e con una certa angoscia — dalle persone che si accostano alla possibilità di autopubblicarsi riguarda la protezione delle proprie opere. Non è che putacaso, “sbattendo” in rete i propri libri elettronici, li si rende vulnerabili da parte di coloro che non hanno niente da dire e, per passare il tempo, fregano le idee degli altri? Alcuni dei nostri clienti hanno deciso di tutelare le proprie opere depositandole; chi presso la SIAE (come ad esempio Luigi Rossi), chi presso Patamu (come ad esempio Ollie Sophia McKain).

david_goehring

In ogni caso, la tutela delle opere dell’ingegno di carattere creativo è regolata dalla Legge sul Diritto d’Autore (22 aprile 1941, n. 633, più volte aggiornata).

(altro…)

Le immagini negli eBook

Nei nostri libri elettronici sono spesso presenti belle fotografie a colori. È importante però che le immagini prescelte (la cui ricerca spetta di norma all’Autore del testo) siano nel pubblico dominio, oppure rilasciate dai loro autori con una licenza che ne prevede l’utilizzo a fini commerciali. Il vostro eBook, infatti, sarà in vendita e voi ci guadagnerete (poco o molto non conta): se ci inserite una foto “prelevata” dal web, magari (orrore!) dal sito di una testata giornalistica, di fatto andate a lucrare anche sull’immagine. E sarebbe lecito, da parte del suo autore (soprattutto se è un professionista), venirvi a chiedere il rispetto dei suoi diritti (cioè, del denaro). Magari non succede niente, ma magari invece qualcuno “fa la soffiata” al fotografo, e un brutto giorno vi arriva una letteraccia da un avvocato. E in ogni caso, se anche non succede niente, non ci fate una bella figura… 😉

mike

Niente paura: esistono diversi archivi di immagini utilizzabili anche a fini commerciali.

(altro…)