Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta e per ottenere sconti sui nostri servizi! Qui trovi l'informativa.

«Lui, lei e la Route 66» di Antonio Spica e Laura Ferraresi

Siamo felici di annunciare l’uscita di un romanzo molto speciale, appena pubblicato. Una storia romantica che affronta con leggerezza e ironia, e in modo autentico, questioni importanti come la disabilità e il pregiudizio. Una storia che tocca entrambi gli autori da vicino — per esperienza diretta, per interesse personale e per professione.

Lui lei e la Route 66

Questa la trama di Lui, lei e la Route 66. Il “lui” della storia è un giovane uomo con una disabilità, innamorato della vita. La “lei” è un’autrice di libri per ragazzi un po’ nevrotica, che resta in panne con la sua auto su una strada provinciale. Mentre, oltretutto, infuria un nubifragio. E chi la soccorre è proprio lui: un uomo in carrozzina.

Gli smartphone non funzionano. La pioggia non smette di scrosciare. Non c’è altro da fare che abbandonare l’auto e dirigersi al coperto. I due trascorrono una notte insieme, in una baita: si scontrano, si confrontano, si scoprono. Il flusso delle emozioni si presenta alla loro coscienza grazie ai ricordi di un viaggio che qualche tempo prima lui ha fatto in America, sulla mitica Route 66, con la sua handbike. Perché il viaggio è sempre un’avventura che ti fa varcare i confini di ciò che credevi di conoscere. Perché viaggiare significa impadronirsi di un altro sguardo e poi ritrovarsi a riferire gli stessi episodi con parole nuove… riusciranno a crescere interiormente? Riusciranno ad accogliere l’uno le fragilità dell’altro?

(altro…)

«La linea etrusca» di Alessandro Spinelli

Un nuovo, bellissimo libro elettronico si è aggiunto al nostro catalogo! Si tratta della versione eBook di un volume che è un vero libro d’arte: La linea etrusca di Alessandro Spinelli. La versione cartacea è stata stampata in 300 esemplari numerati dalla tipografia Rossi di Sinalunga (Siena) e noi ne abbiamo curato il testo e creato l’aspetto.

La linea etrusca

Il libro cartaceo è di grandi dimensioni, un quadrato di 30×30 centimetri per 192 pagine, e ha la copertina rigida con sopraccoperta e profilature dorate. Le pagine sono a colori, particolarmente ricche di fotografie e dall’aspetto vario: sfogliando la galleria qui sotto potete farvi un’idea della ricchezza visiva (oltre che testuale) di questa pubblicazione.

(altro…)

Umane Risorse. Come restare umani sul lavoro

Aggiornamento. Il libro non è più ordinabile online: dopo qualche tempo, per ragioni sue, l’autrice ha deciso di ricorrere a una stamperia della sua città.

Con vivo piacere oggi annunciamo l’uscita di Umane Risorse. Come restare umani sul lavoro di Antonella Vecchi. Il libro — un manuale sulle risorse umane che non parla “dei” lavoratori, ma “con i” lavoratori — è disponibile in versione cartacea e anche elettronica, e lo si trova in tutti i negozi online (più in basso, una lista).

Umane Risorse

Sei un lavoratore, una lavoratrice, e non riesci a districarti nell’aggrovigliata matassa delle dinamiche aziendali? Questo manuale, pensato per i lavoratori, è il libro che fa per te.

Umane Risorse tratta gli argomenti relativi alla gestione delle risorse umane con uno sguardo privilegiato sui lavoratori, visti come Persone prima che come “risorse”. Il libro, scritto con un linguaggio semplice e accattivante, è anche alleggerito da piccoli racconti d’impresa, che introducono gli argomenti trattati.

Secondo l’autrice Antonella Vecchi, l’azienda è un palcoscenico. Cambia la trama, cambiano le scene ma, se accendiamo i riflettori sulle Persone, ci accorgiamo che la strada è sempre la stessa: persone al centro!

Scrittura a tutto tondo ha accompagnato l’autrice nel percorso che l’ha portata a pubblicare il libro, proponendole un formato del libro stesso, progettandone la copertina originale (Valentina Marinacci) nonché l’aspetto delle pagine interne (Oriana Corsi).

(altro…)

eBook gratuito: «Ernst Bernhard»

Siamo felici di annunciare una nuova realizzazione del nostro gruppo di lavoro: il libro Ernst Bernhard — Giornata di studio per ricordarlo a 50 anni dalla morte. La versione eBook, pubblicata con Licenza Creative Commons CC BY-NC-ND 4.0, è liberamente scaricabile da questa pagina del nostro sito nonché dal pulsante più in basso.

Ernst Bernhard | La copertina del libro

Del libro cartaceo è stata realizzata una tiratura limitata, a disposizione delle tre Associazioni Junghiane che hanno voluto questa pubblicazione: l’Associazione Italiana di Psicologia Analitica, l’Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica, il Centro Italiano di Psicologia Analitica.

Il libro contiene gli Atti del convegno: Ernst Bernhard. Giornata di studio per ricordarlo a 50 anni dalla morte, tenutosi a Roma nel 2015. A distanza di tre generazioni, le tre maggiori Associazioni Junghiane italiane hanno inteso testimoniare con quest’iniziativa l’importanza e l’influenza del grande maestro nel panorama della cultura italiana del dopoguerra.

Ernst Bernhard è stato dunque un grande psicoanalista junghiano (con Jung collaborò personalmente) che, nato in Germania nel 1896, si trasferì in Italia a seguito dell’affermarsi del nazismo (era ebreo). Non ebbe vita facile neppure nel nostro Paese, ovviamente, ma riuscì a scampare alla deportazione in un lager e si spense serenamente a Roma nel 1965.

(altro…)

Quest’anno scriverò il mio libro!

Hai deciso che questo è l’anno decisivo per la tua scrittura, l’anno durante il quale porterai a termine la stesura del tuo libro? Bene, che bel proposito! Abbi fiducia: quel che hai da raccontare, quel che hai da esporre dev’essere ascoltato e letto (il mondo ne ha bisogno), e avrà un senso e un significato per chi lo leggerà…

Fin qui, tutto bene. Poi però tocca anche fare i conti con un paio di realtà un po’ meno confortanti. La prima è che scrivere e pubblicare un libro può essere un’esperienza a dir poco esaltante, ma è anche un’impresa difficile e faticosa. Molti aspiranti autori si impantanano ancor prima di iniziare il cammino, o perdono lo slancio lungo la via.

(altro…)

Buone feste e felice 2019

A partire da oggi, Scrittura a tutto tondo è in vacanza fino al 13 gennaio 2019: torneremo in attività a pieno ritmo lunedì 14 gennaio. Durante il periodo delle feste natalizie le linee telefoniche non saranno attive e le risposte alle email non saranno immediate.

Ti auguriamo di trascorrere un caldo e rilassante periodo di vacanze, di dedicarti a piacevoli letture e, se hai un progetto di scrittura in cantiere, di approfittare delle feste per portarlo felicemente a termine!

Ti ricordiamo inoltre che, per Natale, il più bel regalo da fare è sempre un libro. Entra nelle librerie (fisiche o virtuali che siano) e saccheggiale! 😉

Buone feste e i nostri migliori auguri per il 2019:

che sia sereno, prospero e pieno di belle realizzazioni.

Scarica il nostro biglietto di auguri!

«Devora», romanzo di Franco Buso

Siamo felici di presentarvi Devora di Franco Buso, un singolare romanzo storico nel quale sono le donne le vere protagoniste: due grandi personaggi femminili, infatti, si stagliano su tutti gli altri. La storia ha elementi di fantasy e soprannaturale e la tragica fine dei Cavalieri Templari vi ha un ruolo importante.

Questa la trama di Devora. Parigi, 1314. Presso la cattedrale di Notre-Dame è allestita una pira e la folla si accalca, bramosa di assistere allo spettacolo: l’ultimo Maestro dei Cavalieri Templari sta per essere mandato al rogo. L’uomo sale sulla legna accatastata, il boia appicca il fuoco, le fiamme si levano. Ma un istante prima che lo avvolgano, il Maestro lancia una fiera invettiva contro il re Filippo IV il Bello, che ha voluto la sua fine. E una cupa profezia: il destino del sovrano è segnato, così come quello del papa e della stessa Chiesa, che tra settecento anni cesserà di esistere.

La folla è sbigottita. Solo una ragazza dai magnifici occhi color oro sembra credere per prima alle parole del Templare. Quella ragazza, che osserva il rogo silenziosa, ha il dono della chiaroveggenza.

(altro…)

Scrivere con precisione e catturare il lettore

Nuove teorie del romanzo vengono escogitate di continuo. Ma la regola di base è: mantieni la mia attenzione. […] Il tuo obiettivo, come scrittore, è far si che il tuo lettore continui a credere nella tua storia, anche se entrambi sapete che si tratta di finzione.

Scrivere con precisione: una lente d'ingrandimento

Così afferma Margaret Atwood nel video di presentazione del suo corso di scrittura online (in inglese; volendo con sottotitoli, sempre in inglese).

(altro…)