Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta e per ottenere sconti sui nostri servizi!

Come scrivere un libro di auto-aiuto

Nella lingua originale si chiamano self-help book; noi potremmo parlare di auto-terapia o auto-sostegno, di libri sull’autostima o su come aiutare se stessi. Si tratta di un vero e proprio genere, la cui straordinaria diffusione nel mondo anglosassone (a partire dalla seconda metà del secolo scorso) è considerata un fenomeno postmoderno. Anche da noi, comunque, il genere è apprezzato: Come trattare gli altri e farseli amici / parlare in pubblico / vincere lo stress, Come essere felici in pensione, Come liberare il potenziale del vostro bambino, Come essere stoici… giusto per citarne qualcuno.

Come scrivere un libro di auto-aiuto: yoga nel bosco
Questi libri sono scritti in alcuni casi da psicologi, filosofi o pedagogisti, in altri da semplici persone che hanno avuto un’esperienza di crescita personale e desiderano raccontarla perché altri possano trarne beneficio. E se è vero che l’estate è spesso il momento migliore per realizzare un progetto di scrittura, proviamo a dare qualche suggerimento utile a scrivere un libro che rientri nel filone.

(altro…)

Presentazione di “Chopin vu par moi”

Notizia lampo: martedì 6 giugno 2017 alle ore 19:30 presso il Bea Cafè di Roma (Via Giano Parrasio 15), nel corso della “Serata Chopin” sarà presentato l’ultimo libro di Rita Charbonnier, fondatrice di Scrittura a tutto tondo: Chopin vu par moi. Conversazioni con Lucia Lusvardi. Il libro è appena uscito ed è stato realizzato da noi — copertina di Valentina Marinacci, consulente editoriale Arianna Salatino, consulente redazionale Tiziana Franchi.Chopin vu par moi - l'invito alla presentazione
Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito dell’autrice. Se vivete a Roma o vi ci trovate in questi giorni, non mancate!

Il tipo ideale: un workshop di comunicazione

Workshop di comunicazione "Il tipo ideale": la locandina

Il 5 e il 6 luglio 2017 Rita Charbonnier, la fondatrice di Scrittura a tutto tondo, terrà un workshop di comunicazione a Roma, presso Coaster Coworking, intitolato: IL TIPO IDEALE. TECNICHE DI RITRATTO SCRITTO PER DARE UN VOLTO ALLA BUYER PERSONA DEI TUOI SOGNI. Il corso è rivolto a:

  • tutte le figure dell’agenzia di comunicazione, dall’art director al copywriter fino all’account;
  • copywriter freelance;
  • imprenditori e startupper che vogliano trasmettere in modo chiaro il proprio pensiero agli specialisti di comunicazione con cui si interfacciano.

L’obiettivo è fornire ai corsisti uno strumento che consenta di descrivere con chiarezza e in modo articolato, in un brief di comunicazione, la buyer persona.

Iscrizione tramite Eventbrite

(altro…)

Quindici minuti di ritardo

Quindici minuti di ritardo - copertinaSiamo felicissime di annunciare la pubblicazione di Quindici minuti di ritardo di Marco Maltoni: una lettura super-piacevole, che vi strapperà molte risate… e non solo. Si tratta di un romanzo in parte ascrivibile alla cosiddetta “Lad LitNick Hornby, per intenderci“: storie contemporanee focalizzate su sentimenti e vita vissuta, narrate con umorismo da un punto di vista maschile. Ma che non escludono assolutamente le lettrici, tant’è che a noi questo romanzo è piaciuto molto!

Ci siamo occupate di diversi aspetti che ruotano attorno a questo libro (che si può ordinare nella versione eBook da praticamente qualunque negozio di libri elettronici, e in cartaceo su Amazon e Giunti al Punto. Per ora. Arriveranno a breve altri negozi online e anche le librerie su strada). In primo luogo, dunque, abbiamo svolto un lavoro di editing, sempre a braccetto con l’autore del romanzo e avendo in mente il solo obiettivo di valorizzare il suo lavoro. In seguito, quando Marco ha deciso di autopubblicarsi anziché aspettare, per mesi se non anni, il responso di un’agenzia letteraria o una casa editrice, abbiamo iniziato a lavorare sulla copertina. E se siamo tutti molto soddisfatti, l’autore per primo, del risultato, dobbiamo ammettere che non è stato un percorso sempre in discesa. A un certo punto, addirittura, ci siamo ritrovati con due versioni diverse, incapaci di scegliere tra l’una e l’altra; ne è nato un sondaggio su Facebook, che Marco ha lanciato e noi rilanciato

(altro…)

Lucio Margherita, “The Rising Sun Chair”

"The Rising Sun Chair" di Lucio MargheritaBuongiorno a tutti! Con vivo piacere annunciamo la pubblicazione di un nuovo libro, cartaceo ed elettronico, curato dal nostro gruppo di lavoro. Si tratta di un romanzo in lingua inglese: The Rising Sun Chair di Lucio Margherita.

Se conoscete l’inglese, però, vi dirottiamo immediatamente sul nuovissimo sito Lucio Margherita online, che abbiamo realizzato a tempo di record e lanciato nel web solo ieri. E naturalmente vi invitiamo a leggere il libro! L’autore, che vive a Parigi ed è poliglotta, lo descrive come un romanzo picaresco; è ambientato in America negli anni che precedettero la Dichiarazione d’indipendenza e narra fatti realmente accaduti. “Questo romanzo” dichiara Lucio Margherita “è un’attenta ricostruzione di fatti poco noti, ma anche di una problematica e di una mentalità che appartengono al passato”. E che sono senz’altro alla base di alcune problematiche odierne.

Il protagonista, Patrick, scopre la violenza dell’America puritana con gli occhi di un bambino sperduto. Portato via dalla sua casa durante una delle prime guerre che opposero le collettività indigene e i coloni, il ragazzo cresce in una delle loro comunità; ma la sua curiosità lo spinge ben oltre quella prima disavventura. Caduto da una piroga nel Mississippi, participa alla spedizione che, dai Grandi Laghi, scende il fiume e fonda la Louisiana. Rientrato con i Francesi a Quebec ne subisce l’assedio da parte della flotta inglese e fugge dalla città. (altro…)

Scrivere sui social

Scrivere sui socialIl collage di immagini che campeggia più in basso (trovato in rete) risale a qualche tempo fa — e lo si vede non solo dal fatto che Shakespeare vi è ritratto come appare in un film perlopiù dimenticato, ma anche dal fatto che il “passatempo” preferito dall’aspirante scrittore, secondo il collage, sarebbe il solitario di Windows. Che ormai non fa più quasi nessuno. Perché adesso la distrazione principale per chi scrive è rappresentata dai social.

Tu che scrivi, o provi a farlo senza riuscirci più di tanto, pensa un attimo alla tua giornata di ieri. Quante volte hai dato un’occhiata a Facebook e Twitter? Quante volte il suono di un gruppo di WhatsApp ha allontanato i tuoi pensieri dai tuoi obiettivi creativi? Quante volte sei andato/a a controllarti la posta? A pensare alla quantità e qualità di distrazioni alle quali siamo soggetti, vien da dire che riuscire a portare a termine qualcosa che assomigli a un testo anziché a uno “status” è un miracolo.

(altro…)

Premio Letterario Città di Lugnano, terza edizione

Ed eccoci qui, per la terza volta, a presentarvi un interessante premio letterario che ha debuttato appunto tre anni fa e sta crescendo. E che presenta la particolarità di essere aperto anche a opere pubblicate in self-publishing, purché nella versione cartacea (quindi non solo in eBook).

Premio letterario Città di Lugnano: un computer e una tazza di caffè

Ha preso il via la terza edizione del Premio letterario Città di Lugnano in Teverina (TR), promosso dal Comune della cittadina, patrocinato dalla Regione Umbria e curato da Elisabetta Putini. Il Premio — che ha carattere nazionale — fa parte di un ampio progetto volto a incentivare la cultura e il piacere della lettura; ha come scopo la valorizzazione di autori, affermati o emergenti, che mostrino particolare sensibilità nell’uso delle strutture narrative e del linguaggio letterario.

(altro…)

Adattare Shakespeare per i ragazzi: la parola a Germana Maciocci

Germana Maciocci è l’autrice di un adattamento per bambini e ragazzi de La dodicesima notte di Shakespeare, pubblicato con il nostro supporto. Sul prestigioso sito Blogging Shakespeare, emanazione dello Shakespeare Birthday Trust, Germana ha raccontato il momento della nascita della sua idea. Ovviamente in inglese. Pubblichiamo qui il suo articolo in lingua italiana. Complimenti alla nostra autrice!

Da dove nasce l’idea di questo adattamento?

Adattare Shakespeare: la copertina del libroShakespeare fa parte della mia storia fin da quando ero molto piccola. La lettura delle sue opere e gli studi effettuati su di esse, andare a teatro per vederle prendere vita di fronte ai miei occhi, in periodi differenti della mia vita, insieme alle infinite considerazioni e alle immagini evocate dalle “sue” parole, costituiscono solo una parte dell’arricchimento che, per me, nasce dalla scoperta continua di quanto esse siano lo specchio della vita reale, influenzando ogni giorno i miei pensieri, e, più di una volta, condizionando alcune tra le mie decisioni più importanti.

Rievocando in particolare cosa mi ha ispirata a prendere in mano un quaderno e una matita, e a intraprendere la riscrittura de La dodicesima notte, mi viene in mente subito una telefonata lunghissima intercorsa tra me e la mia amica Laura Vitali, con la quale, oltre agli studi universitari e alla carriera professionale, da sempre condivido la passione per il teatro elisabettiano.

(altro…)