Desideri che il tuo progetto di scrittura proceda più rapidamente? Molti scrittori, anche i più grandi, provano questa esigenza. Naturalmente “scrivere più in fretta” non può voler dire “scrivere come capita”. Quindi, per raggiungere il tuo scopo entro un tempo ragionevole, preservando la qualità del testo, prova a scorrere i consigli pratici che seguono e ad applicarne qualcuno. Sono diversi tra loro; nel mezzo c’è sicuramente quello giusto per te. Facci sapere!

1. Definisci le tue priorità

Di conseguenza, fissa un momento della tua giornata nel quale scriverai e non farai nient’altro. Perché la verità è che non si può fare TUTTO. Non puoi passare tre ore al giorno a guardare la televisione, quattro davanti ai videogiochi, otto al lavoro (oppure a scuola e a fare i compiti), altre otto a dormire, due a mangiare e una a scrivere. Il totale è 26, non 24. Devi eliminare qualcosa dal tuo programma, quello che in fondo non conta così tanto, se vuoi trovare il tempo per scrivere.

2. Stabilisci un obiettivo quotidiano

L’obiettivo dovrebbe essere basato sulla quantità del testo che scriverai, piuttosto che sul tempo dedicato alla scrittura. Stabilire che siederai al tavolo, per esempio, tutte le sere alle 19 e scriverai fino alle 20:30 può avere un senso, ma stabilire che inizierai a scrivere tutte le sere alle 19 e smetterai quando avrai scritto 500 parole può essere ancor meglio. Potresti ritrovarti a scrivere più in fretta del solito senza neanche rendertene conto.

3. Non aspettare che arrivi l’ispirazione

Se la tua Musa Creativa non vola nella tua stanza e non ti suggerisce frasi altamente ispirate, apri la porta, esci nel corridoio e vai a prenderla per mano. Può darsi che lei non arrivi perché quello della scrittura non è per te un appuntamento fisso e irrinunciabile: se lo fosse, lei saprebbe dove trovarti… in sostanza, l’ispirazione non è un vento che arriva quando vuole, indipendentemente da noi; occorre andare a cercarla.

4. Procedi a piccoli passi

Se l’idea di scrivere l’intero libro ti crea una certa ansia (il che può essere normale), dì a te stesso/a che scriverai una/due frasi al giorno. Non 1.000 parole, quindi, ma 100. Cento parole al giorno, immancabilmente, ogni santo giorno, cascasse il mondo, fanno un libro. Un’estate di clausura tentando di scrivere senza riuscirci, mentre il resto del mondo va al mare, fa l’infelicità e nient’altro. Morale? Stabilire obiettivi realizzabili, e procedere a piccoli passi, anche se può sembrare un paradosso, aiuta a scrivere più in fretta.

5. Non iniziare dall’inizio

Il titolo dell’opera e i suoi paragrafi di apertura sono quasi sempre le cose più complesse da concepire. Farlo sarà più facile una volta che avrai creato tutto il resto; e d’altra parte, avere SOLO un titolo-bomba e una pagina di apertura “che spacca” di sicuro non è sufficiente, e potrebbe anche essere controproducente. Quindi, non preoccuparti troppo né dell’inizio, né del titolo: quest’ultimo, soprattutto, può essere cambiato in qualsiasi momento prima dell’uscita del libro. Inizia a scrivere dalla tua parte preferita, da quella che più ti ispira, dove avverti più intensamente il tuo impulso creativo.

6. Scrivi e basta, non correggerti

Lo farai dopo. C’è un tempo per scrivere e un tempo per fare un auto-editing, e la maggior parte degli scrittori non riesce a fare le due cose nello stesso momento. Se continui a modificare ossessivamente quel capitolo, quella pagina, quel paragrafo… quasi certamente non riuscirai a concludere nulla e ti troverai a un punto morto (il famigerato blocco dello scrittore). Se invece riuscirai ad andare avanti senza troppo voltarti indietro, quel senso di scoramento potrebbe svanire e potresti persino scoprire che quel capitolo che non ti convinceva, ma che non riuscivi in alcun modo ad aggiustare… non serve più, e va tagliato.

7. Se il tuo progetto si arena, cominciane un altro

La mente umana si nutre di varietà: è così che siamo fatti. Non devi per forza fare una cosa sola, sempre la stessa, finché non l’hai portata a termine. Prova a tenere attivo più di un progetto contemporaneamente, invece. Se mai dovessi perdere interesse per un libro che stai scrivendo, ne avrai sempre un altro su cui lavorare.

Hai bisogno di aiuto? Contattaci! Possiamo aiutarti a scrivere e pubblicare il tuo libro. Siamo un gruppo di donne, coach esperte al tuo fianco lungo il percorso che ti porterà a realizzare il tuo desiderio: Scrittura a tutto tondo è il servizio editoriale professionale che si prende cura delle tue aspirazioni.

Scopri di più leggendo le testimonianze degli autori con i quali abbiamo lavorato!

4 commenti a: 7 consigli pratici per scrivere più in fretta

  1. Consigli che leggo con interesse.Grazie.Spero di finire il secondo romanzo entro gennaio.Ci sto lavorando da gennaio scorso.Faro un auto-editing e poi chiederò il vostro aiuto.Ho già scritto Borgo Porto Salvo edito da Sensibili alle Foglie, il mio romanzo d’esordio. Una mis amica scrittrice mi ha suggerito dopo averlo letto, di continuare la storia lasciata in parte sospesa. Ho raccolto l’invito e ci sto lavorando. Un vostro aiuto sarà di grande importanza per un salto di qualità del mio scrivere. Grazie e a presto. Palmiro Spanò

    • Caro Palmiro, molte grazie delle sue belle parole! E la sua amica le ha dato un ottimo consiglio: se la tenga cara! Buona scrittura, e a presto 🙂

  2. Buongiorno, sono impegnata a scrivere un piccolo romanzo. Trovo molto utili questi consigli. Vi individuo inviti all’ordine sempre opportuni, osservazioni che in parte mi hanno stupita, come la questione della ispirazione.
    In poco meno di due mesi ho scritto solo 55 pagine.Vorrei sapere se è un ritmo accettabile.
    Grazie, un saluto cordiale a Rita.

    • Cara Chiara, ricambio con gioia il tuo saluto e sono molto felice che i nostri consigli ti siano utili!
      Riguardo alla tua domanda… non pensare che le tue 55 pagine siano “solo” 55 pagine: va benissimo e continua così, con fiducia. Non esiste uno standard a cui attenersi. Vi sono periodi nei quali si scrive di più, altri nei quali si scrive di meno. L’unica cosa importante è farlo con costanza.
      Un abbraccio e buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Per conoscere le nostre politiche in materia di trattamento dei dati personali, leggi l'informativa.