Scritto e... mangiato | La copertina dell'eBookSiamo davvero liete di annunciare che è appena uscito — ed è liberamente scaricabile, perché gratuitoSì, è proprio gratis! — un nuovo libro elettronico realizzato dal nostro gruppo di lavoro: Scritto e… mangiato. Racconti di vita e di sapori, a cura di Brigitte Cordes e Antonio Trimarco.

Nel 2011 la Biblioteca romana di Corviale, ora intitolata a Renato Nicolini, indisse un premio letterario dedicato al racconto breve — anzi, brevissimo: il racconto Bonsai — sul tema del mangiar bene e del rapporto tra il cibo e i valori, gli affetti e la tradizione. Ne venne fuori questo libro, pubblicato allora solo in versione cartacea: comprendeva il racconto vincitore, le menzioni speciali, i racconti finalisti, alcuni racconti di scrittori amici della biblioteca nonché un’appendice di gustose ricette.

Antonio Trimarco, oggi responsabile del coordinamento delle attività di Biblioteche di Roma con la scuola e l’Università, era allora il responsabile di quella Biblioteca e ha curato, insieme a Brigitte Cordes — coordinatrice del Circolo di Lettura — la pubblicazione del libro. È stato lui a chiederci di realizzare questa nuova edizione digitale, che Biblioteche di Roma mette a disposizione come risorsa gratuita: perché il lavoro delle biblioteche “consiste anche nel dar voce ad una cultura popolare diffusa, e mantenerla come memoria per tutti”.

Scarica Scritto e… mangiato sul tuo dispositivo!

Il file epub di Scritto e… mangiato si può scaricare tramite il pulsante qui sopra, oppure dal sito di Bilioteche di Roma, o ancora da MLOL, la prima rete italiana di biblioteche pubbliche, accademiche e scolastiche per il prestito digitale. Chi preferisce usufruire di un negozio online, grazie alla distribuzione offerta da StreetLib può scegliere tra:

Alla creazione di questo libro elettronico hanno partecipato Oriana Corsi (revisione), Rita Charbonnier (supervisione) e Valentina Marinacci per la parte grafica: si tratta ancora una volta di una copertina Master, quindi personalizzata solo in parte, raggiungendo un risultato originale e gradevole.

Concludiamo con il brano di un racconto particolarmente significativo (soprattutto di questi tempi), riportato nella quarta di copertina, e vi invitiamo a scaricare questo eBook… e magari cimentarvi nella creazione delle ricette in appendice. Buon appetito! 🙂

È troppo per noi, è troppo per noi… abituati al “do ut des”…
Ma tutti gli uomini insistono, è il loro gesto di ospitalità. Siamo esterrefatti, sorpresi, increduli, spiazzati: di fronte a noi i loro sorrisi e le loro mani spalancate.
Prendiamo il pane, sembra un dono sacro: lo spezziamo e ne assaggiamo una parte per ciascuno. È buonissimo, primitivo, arcaico. Ha il sapore del fuoco nella crosta e quello del grano nel suo interno. Scotta ancora. Mentre mangiamo, Gianni mi guarda e chiede: − Noi, al loro posto, che cosa avremmo fatto? − Non gli rispondo, ma i miei occhi lucidi mi tradiscono.
Continuiamo a mangiare ed ingoiamo il nostro dubbio. Decidiamo di lasciare loro del latte e con quello tutto il nostro rispetto. Salam aleikum. Aleikum salam. – Grazie di cuore e scusateci per aver pensato male di voi.

Hai qualcosa da aggiungere?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.