Ed eccoci qui, per la terza volta, a presentarvi un interessante premio letterario che ha debuttato appunto tre anni fa e sta crescendo. E che presenta la particolarità di essere aperto anche a opere pubblicate in self-publishing, purché nella versione cartacea (quindi non solo in eBook).

Premio letterario Città di Lugnano: un computer e una tazza di caffè

Ha preso il via la terza edizione del Premio letterario Città di Lugnano in Teverina (TR), promosso dal Comune della cittadina, patrocinato dalla Regione Umbria e curato da Elisabetta Putini. Il Premio — che ha carattere nazionale — fa parte di un ampio progetto volto a incentivare la cultura e il piacere della lettura; ha come scopo la valorizzazione di autori, affermati o emergenti, che mostrino particolare sensibilità nell’uso delle strutture narrative e del linguaggio letterario.

Le precedenti edizioni hanno ottenuto un’ottima risposta da parte di autori e case editrici. Lo scorso anno si è classificato primo il romanzo Ruggine di Anna Luisa Pignatelli (Fazi Editore). Secondo quanto stabilito dal regolamento del Premio, Pignatelli, come vincitrice, entra a far parte della Giuria di quest’anno, dalla quale per contro esce Simone Marcuzzi, vincitore della prima edizione. Circa gli altri nominativi dei giurati, si riconfermano quelli dello scorso anno: Paolo Petroni (presidente), Giorgio Patrizi, Daniela Carmosino, Annagrazia Martino, Carlo Zanframundo, Giorgio Nisini. La Giuria selezionerà le cinque opere finaliste di entrambe le sezioni.

Il concorso è rivolto a opere di narrativa italiana e articolato in due sezioni: Romanzi editi in versione cartacea e Racconti inediti a tema “La finestra”. La partecipazione è gratuita e la scadenza per la presentazione delle opere è il 10 Aprile 2017.


Per i dettagli sulle modalità di partecipazione e di invio si rimanda a quanto espresso nel Bando 2017 e nei Regolamenti di entrambe le sezioni sul sito ufficiale e in particolare su questa pagina.


Hai qualcosa da aggiungere?