Ti è capitato di sederti davanti al computer — o comunque alla scrivania — e sentirti assalire da dubbi e insicurezze? Sto parlando di pensieri distruttivi di questo genere: “Ma in fondo sarò in grado di scrivere quello che vorrei? Ma cosa posso dire, io, che non sia già stato detto almeno mille volte? E poi chi sono io, per scrivere un buon libro?”.

Non è eccesso di etica, o sana autocritica. È mera insicurezza; qualcosa di radicato nel profondo; una spinta con la quale è opportuno interloquire.

Tutti, o quasi, attraversiamo momenti di insicurezza durante la scrittura (e non solo). Per alcuni si tratta di una condizione momentanea, per altri di una situazione paralizzante, che induce a mettere da parte il libro da scrivere, tanto desiderato, per mesi, o per anni, o magari per sempre. Ecco alcune delle angosciose domande che molti di noi si pongono.

  1. Ho qualcosa di veramente nuovo da dire?
  2. A qualcuno interesserà quello che scrivo?
  3. Sono uno scrittore/una scrittrice di qualità?
  4. Ho competenze sufficienti?
  5. Non è meglio che lasci perdere subito?

Ecco qualche possibile risposta.

  1. Sì.
  2. Sì.
  3. Sì.
  4. Sì.
  5. Assolutamente no.

Ora proviamo ad analizzare più a fondo la questione…

Ho qualcosa di veramente nuovo da dire?

La vera risposta a questa domanda è “sì e no”. Nihil sub sole novum, si suol dire. D’altra parte, se scriviamo attingendo alla fonte della nostra ispirazione, al nostro centro creativo — alla nostra “musa”, se vogliamo — potremo trovare modi di rendere la nostra scrittura più rilevante e precisa, più personale e originale. Poiché se tutto è già stato detto, nulla è stato detto nello stesso modo in cui lo diremo noi. Questo è più che certo.

A qualcuno interesserà quello che scrivo?

In questo caso occorre semplicemente avere fiducia, e credere (sapere) che la motivazione, il desiderio intenso e sincero di fare qualcosa, hanno sempre un senso e un significato. Non nascono mai a caso. Qualcuno leggerà, sì, quello che scrivi, e ne trarrà vantaggio; altrimenti, tu non sentiresti la spinta a scrivere.

Sono uno scrittore/una scrittrice di qualità?

Tutti possiamo/dobbiamo migliorare nella scrittura, ed è anche a questo che servono gli editor. E non nel mero senso della correzione di eventuali svarioni. Il vero editor è una persona competente e, a differenza dell’autore, emotivamente distaccata dal testo. È una persona, quindi, in grado di analizzarlo, magari in fieri, e individuarne i punti di forza e debolezza; di spingere l’autore a valorizzare i primi e correggere i secondi, così da creare un’opera più valida. Se il dubbio sulle tue capacità ti attanaglia, un confronto con un editor potrebbe esserti utile.

Ho competenze sufficienti?

Può darsi; e se così non è, puoi affinare quelle che hai. Stai scrivendo, per esempio, un manuale — un libro che insegni a fare qualcosa, che spieghi come raggiungere un risultato? Se tu stesso/a l’hai raggiunto prima di coloro che ti leggeranno, evidentemente ne sai abbastanza. È chiaro, comunque, che ti sarà di grande aiuto porre domande a esperti, intervistarli, così da definire ancor meglio il tuo punto di vista. Stai scrivendo invece un memoir come questo, questo, o quest’altro? In tal caso, congratulazioni: non puoi non essere un esperto/a della tua vita… 😉

Non è meglio che lasci perdere subito?

Nel profondo del tuo cuore, conosci già la vera risposta a questa domanda.
SI’!
Lascia perdere. Immediatamente!
Lascia perdere con l’attitudine a rimandare il momento in cui ti metterai a scrivere.
Lascia perdere con l’attitudine a porre la scrittura in fondo alla lista delle tue priorità.
Lascia perdere con l’attitudine a trovare scuse.
Smettila di darti addosso.
Smettila di farti assalire da dubbi e insicurezze, e scrivi!

Abbi fiducia nella tua passione e nella tua ispirazione.
Abbi fiducia nella tua creatività.
Abbi fiducia nella possibilità di trovare aiuto, se ne hai bisogno.
E accogli la possibilità di scrivere, che ti è data, con gratitudine.

Hai bisogno di aiuto? Contattaci! Possiamo aiutarti a scrivere e pubblicare il tuo libro. Siamo un gruppo di donne, coach esperte al tuo fianco lungo il percorso che ti porterà a realizzare il tuo desiderio: Scrittura a tutto tondo è il servizio editoriale professionale che si prende cura delle tue aspirazioni.

Scopri di più leggendo le testimonianze degli autori con i quali abbiamo lavorato!

4 commenti a: Scrivere superando l’insicurezza

  1. Che bel post, grazie. Una vera iniezione di fiducia per chi, come me, ha voglia di scrivere, ma è mosso da tante insicurezze.

    • Cara Alessandra, grazie a te da parte mia e di tutta SATT: è bellissimo sapere che ti abbiamo infuso fiducia. Avanti dritta, adesso, senza paura! Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 Per conoscere le nostre politiche in materia di trattamento dei dati personali, leggi l'informativa.