Ti accingi a scrivere un libro di auto-aiuto? Un testo che spieghi come fare la birra in casa, avere un matrimonio felice, mettersi a dieta senza stress, gestire la classe senza farsi sopraffare dagli alunni o magari affrontare un weekend in barca a vela senza panico?

manualeEcco alcuni suggerimenti utili a catturare il lettore e rendere efficace la tua scrittura, nell’ambito di questo specifico genere di libro.

1. Mettiti nei panni del lettore — in your shoes, come dicono gli anglosassoni — anticipando le sfide e i problemi che dovrà affrontare; e rassicuralo del fatto che potrà contare su di te, che gli fornirai tutte le soluzioni utili. Pagina dopo pagina, tu sarai il suo coach. In un manuale, la ricerca dell’empatia è fondamentale; così come l’incoraggiamento a superare gli ostacoli.

2. Semplifica e “spezzetta” i contenuti, utilizzando espedienti grafici che consentano alle informazioni di arrivare al lettore a colpo d’occhio. È anche utile suddividere i capitoli in sezioni più piccole, usando titoli e sottotitoli accattivanti e significativi. Immagina quali domande potrebbe porsi il tuo lettore. Utilizza l’umorismo e, quando puoi, la leggerezza. Potresti anche iniziare ogni capitolo con una breve storia esemplificativa, che stimoli l’immaginazione.

3. Incoraggia il lettore. In questo genere di libro il “pensiero positivo” è basilare. I tuoi lettori potrebbero resistere al cambiamento o dubitare delle tue parole: iniziare i capitoli con una storia che ispiri stati d’animo positivi è molto importante. Dovresti aiutare chi legge il tuo libro a “fare il pieno” di ottimismo e di fiducia nelle proprie capacità; in questo modo gli sarà molto più facile affrontare le strategie che suggerisci. All’inizio di ogni nuova sezione, ricorda al lettore le conquiste fatte e le prossime sfide da affrontare; e concludi il libro con una storia di successo. Chi lo leggerà, dovrà arrivare all’ultima pagina con la certezza che conquisterà la meta! 😀


Foto di apertura: Steve Snodgrass.

1 commento a “Stai scrivendo un manuale? Ecco tre suggerimenti utili”

Hai qualcosa da aggiungere?