La prefazione di un libro è una sezione introduttiva utile a stabilire la credibilità dell’autore e l’utilità, o importanza, del libro stesso. Non è l’autore del libro a scriverla, di norma, ma una persona competente nella materia della quale il libro si occupa; oppure, una personalità che i potenziali lettori del libro ammirano e che gode della loro fiducia.

Foto di Giuseppe Milo.

E ancora, può trattarsi di una persona che, semplicemente, conosce il lavoro dell’autore o ha con lui/lei un rapporto diretto; o infine, di una persona che ha una connessione biografica con l’argomento del libro.

Se ti hanno chiesto di scrivere una prefazione a un manuale, o un saggio, o comunque un testo di non-fiction, e non sai bene come muoverti, qui sotto trovi una possibile scaletta. Naturalmente si tratta solo di una traccia: ti invitiamo a modificarla in parte o in tutto, così come ti suggerisce la tua creatività.

  1. Racconta, in primo luogo, il modo in cui sei entrato/a in contatto con l’autore/autrice del libro.
  2. Dà un senso della portata del problema che il libro in questione aiuta a risolvere. A riprova delle tue affermazioni puoi fornire dati e statistiche, oppure raccontare esperienze personali.
  3. Esponi alcune credenziali relative all’autore/autrice: professione, competenze, attività di volontariato… tutto quanto possa avvalorare la sua credibilità nel campo d’interesse del testo.
  4. Se l’autore/autrice ha ottenuto risultati concreti, non mancare di menzionare i più importanti. Per esempio, il libro è un manuale di cucina facile e veloce ma gustosa, e chi lo ha scritto ha già trasmesso alcuni trucchi ai suoi amici, i quali hanno messo in piedi una piccola attività di catering? Raccontalo: è senz’altro rilevante.
  5. Fornisci alcuni esempi concreti di quel che i lettori potrebbero trovare di utile nel testo. Leggerlo fornirà loro strumenti utili a migliorare le loro vite? Spiega come e perché.

Inoltre:

  • Potresti iniziare la prefazione con un breve aneddoto personale che “agganci” il lettore, che catturi la sua attenzione.
  • Dovresti fornire anche alcune informazioni a supporto della tua credibilità personale nella materia della quale il libro si occupa.
  • Potresti fornire alcuni dettagli personali, come ad esempio il fatto che hai messo in pratica alcuni suggerimenti che dà il libro, e che ne hai tratto beneficio.
  • Potresti, infine, utilizzare un tono colloquiale, utile ad “avvicinare” il lettore al libro.

Buon lavoro!

Hai bisogno di aiuto? Contattaci! Possiamo aiutarti a scrivere e pubblicare il tuo libro. Siamo un gruppo di donne, coach esperte al tuo fianco lungo il percorso che ti porterà a realizzare il tuo desiderio: Scrittura a tutto tondo è il servizio editoriale professionale che si prende cura delle tue aspirazioni.

Scopri di più leggendo le testimonianze degli autori con i quali abbiamo lavorato!

4 commenti a: La prefazione di un libro: come scriverla

  1. Buon giorno.sto scrivendo il mio primo libro nonostante le mie quasi 70 primavere.e vorrei più informazioni e relativo recapito telefonico per ulteriori informazioni.

    • Gentile signora, molte grazie del suo messaggio e complimenti per l’intraprendenza! Le scriviamo in privato.

  2. Avrei necessità di far scrivere una introduzione ad un libro di memorie che sto facendo scrivere da una giornalista in memoria di mio marito. Vorrei sapere se potreste farlo voi ed i costi grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Per conoscere le nostre politiche in materia di trattamento dei dati personali, leggi l'informativa.